FANDOM


Trama Modifica

I cavalieri sono a Berk per fare rifornimento, quando Stoik arriva arrabbiato, perché Bucket e Mulch gli hanno raccontato che hanno visto un cavalca draghi pirata attaccare una nave. Ovviamente si pensa che la colpa sia di Testabruta e Testaditufo, ma per questa volta i gemelli sono innocenti. I ragazzi incominciano ad indagare partendo dai resti della nave dove trovano un aculeo che somiglia a quelli di Tempestosa. Dopo aversi fatto descrivere l'aspetto del drago che cavalcava il cavaliere pirata, i ragazzi controllano l'Occhio di drago. Il drago in questione é un Ali di Lama, che a giudicare dalla descrizione è una vera e propria macchina per uccidere piena di aculei. I cavalieri partono alla ricerca dell'Ali di Lama, arrivati sull'isola dove pare che vivano il cavaliere pirata e il suo drago i ragazzi si dividono per trovarli. Però ai ragazzi accadono una serie di incidenti: Gambedipesce finisce appeso ad un albero, i gemelli vengono fatti cadere dalla sella di Rutto e Vomito, Astrid resta chiusa in una grotta e Moccicoso viene spinto nelle rapide di un fiume. Hiccup dopo un roncambolesco inseguimento aereo riesce a smascherare il cavaliere e scopre che è Heather con il suo drago addestrato.

Mentre Heather parla agli amici arrabbiati, Hiccup la invita alla riva del drago per qualche giorno. Una volta arrivati Heather racconta agli amici di come ha addestrato Fendivento, quella sera Hiccup prova a chiedere spiegazioni riguardo ai suoi saccheggi alle navi, ma non ne ottiene. A notte fonda Hiccup segue Heather scoprendola insieme al mercante Johann. Hiccup interroga Johann che gli racconta che Heather ruba alle navi per restituire qualcosa alle vittime della distruzione della sua isola durante la quale sono stati uccisi i suoi genitori, e anche che sta dando la caccia a Dagur.

Hiccup arriva appena in tempo per vedere Heather e Fendivento che stanno per essere catturate da Dagur.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.